Ecco Google Glass Enterprise Edition 2, per incrementare la produttività delle aziende - Smart Working immagine-preview

Mag 22, 2019

Ecco Google Glass Enterprise Edition 2, per incrementare la produttività delle aziende

Google lancia gli occhiali per la Realtà Virtuale e la Realtà Aumentata indirizzati alle aziende. Novità: un processore più potente, un'autonomia migliore e una fotocamera da 8 megapixel. Prezzo circa 1000 dollari

Google ha appena presentato al grande pubblico la seconda generazione dei Google Glass Enterprise Edition 2, gli occhiali super tecnologici più robusti e con hardware migliorato, indirizzati alle aziende che si occupano di logistica, produzione e servizi sul campo per incrementarne la produzione.

I Google Glass Enterprise Edition 2 sono più robusti dei precedenti non solo perché contengono una batteria più grande: si passa infatti da 820 mAh contro i 570 del primo modello. Ma anche perchè trattandosi di occhiali destinati alle imprese, sono dotati di una scocca più spessa, realizzata in collaborazione con Smith Optics, proprio per resistere ai movimenti quotidiani o alle cadute accidentali.

I nuovi Google Glass Enterprise Edition 2 devono la maggiore velocità di elaborazione alla piattaforma Qualcomm Snapdragon XR1, progettata appositamente per le applicazioni di Realtà Aumentata e di Realtà Virtuale. Secondo Google, il nuovo processore quad-core da 1.7 GHz è “significativamente più potente” rispetto a quello Intel Atom del precedente modello. Questo nuovo componente dovrebbe anche migliorare l’autonomia, avvantaggiata peraltro dal nuovo connettore per la ricarica USB-C che dovrebbe garantire tempi di ricarica più rapidi.

 

Google Glass Enterprise Edition 2

Esteticamente i nuovi Glass sono simili al modello precedente: richiamano gli occhiali normali, e le aziende possono acquistarli con o senza telaio di sicurezza fornito da Smith Optics. Resistenti all’acqua e alla polvere, sono indicati per diversi settori, dalla logistica alla produzione, fornendo informazioni dirette sulle lenti e quindi agevolando le attività produttive.

Quello che offrono è l’accesso a liste di controllo e istruzioni e la gestione di materiale fotografico o video di ispezione direttamente dall’head-up display, ossia davanti agli occhi di chi li indossa, che può così lavorare con le mani libere e senza distogliere lo sguardo dal lavoro che sta facendo. Secondo i dati diffusi da Google, finora hanno velocizzato le attività, migliorato la qualità degli interventi e abbassato i costi.

 

Le caratteristiche

La fotocamera ha una risoluzione di 8 megapixel con angolo visivo di 80 gradi mentre il modulo display ha una risoluzione di 640 x 360 pixel, Il comparto audio dispone di uno speaker mono e del supporto ad audio USB e audio Bluetooth. Sono presenti 3 microfoni e un touchpad multi touch con supporto alle gestione, per controllare il dispositivo.

La batteria da 820 mAh può essere ricaricata in maniera rapida tramite il connettore USB Type-C, mentre per risparmiare energia sono presenti un sensore che rileva quando il dispositivo è indossato e quando l’occhio sta guardando lo schermo.

Oltre alla versione basic, con il solo telaio in metallo, è stata realizzata una versione dedicata agli stabilimenti produttivi, sviluppata in collaborazione con Smith Optics e rispondente ai requisiti di sicurezza richiesti in questi ambiti lavorativi.

Google ha inoltre reso più semplice lo sviluppo di applicazioni, grazie alla base Android Oreo, che permette l’utilizzo di servizi e API in maniera rapida ed efficace. Dopo essere stato a lungo sotto il controllo di Google X, il laboratorio sperimentale del colosso californiano, ora Glass Enterprise Edition 2 è gestito direttamente da Google.

 

Un salto generazionale

Infine, dal punto di vista tecnico c’è stato un salto generazionale, Glass Enterprise Edition 2 dispone di una piattaforma Qualcomm Snapdragon XR1, con CPU quad core, affiancata da 3 GB di RAM LPDDR4 e 32 GB di memoria interna di tipo eMMC. Infatti, sono state migliorate tutte le caratteristiche della generazione precedente, a partire dalla connettività, che può contare ora su WiFi 802.11 ac dual band e Bluetooth 5.0.

Display Optical Module a risoluzione 640×360 pixel

SoC Qualcomm Snapdragon XR1 quad-core fino a 1.7 GHz

Sistema operativo Android 8.0 Oreo

RAM 3GB LPDDR4

Memoria di archiviazione 32GB eMMC

Fotocamera da 8 MP

Connettività Wi-Fi 802.11ac, dual-band, Bluetooth 5.0, USB Tipo-C, Speaker Mono

3 Microfoni integrati, Touchpad laterale multi-gesture

LED frontale

Resistenza all’acqua e alla polvere

Peso: 46 grammi circa

Batteria da 820 mAh con ricarica rapida

 

Dedicati al mercato business

Il prezzo di vendita è di circa 1000 dollari, al netto di sconti per imprese che ne ordinano grandi quantità. Una quotazione decisamente più conveniente rispetto ai Microsoft Hololens 2, che partono da circa 3.500 dollari.

Ricordiamo che gli utenti privati non possono acquistarli: sebbene i Google Glass abbiano esordito come prodotti progettati e venduti ai consumatori, non sono mai decollati, in parte per via del prezzo salatissimo di 1.500 dollari e in parte per i problemi di privacy causati dalla videocamera integrata. Nel 2015 Google li ritirò dal mercato consumer e da allora ne è proseguito lo sviluppo solo per il mercato business.

Le aziende interessate a questa soluzione possono contattare direttamente il team di Google o la rete di vendita.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter

  • Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial