Le migliori 18 startup HR italiane che rivoluzionano il mondo del lavoro - Smart Working
#SIOS19
Prenota il tuo biglietto

Ultimo aggiornamento il 9 ottobre 2019 alle 14:00

Le migliori 18 startup HR italiane che rivoluzionano il mondo del lavoro

HR, recruiting, people management ma anche formazione e ricerca e sviluppo. Le migliori 18 startup HR italiane non solo creano oltre 50.000 posti di lavoro ma contribuiscono a cambiare il modo in cui ogni giorno facciamo il nostro lavoro e ne cerchiamo di nuovi.

Se cercherete la voce HR in un business plan di una startup rimarrete delusi, nonostante non si faccia che parlare dell’importanza dei team e dei talenti quella voce di costo è una delle più temute quando presentate la vostra startup agli investitori e al massimo si chiama “People” che fa più figo.

Uno dei fenomeni paradossali in quest’epoca è il digital mismatch,  la distanza tra le competenze richieste dalle imprese e la preparazione di chi cerca lavoro. Nel 2020 mancheranno all’appello 900mila profili solo in Europa e circa 135mila posizioni resteranno scoperte solo in Italia secondo Modis, società specializzata in consulenza ICT.

 

Un mercato da mille miliardi di dollari

E poi c’è il mondo dei freelance. Secondo il CEO di Adecco Alain Dehaze il mercato dei freelance vale quanto la capitalizzazione di Microsot, mille miliardi di dollari e presto arriverà a 1.300 miliardi. Già oggi è tre volte più grande del temporary staffing market. Nel mondo, i liberi professionisti sono sempre di più: solo in Italia ce ne sono attualmente 4 milioni, 2 milioni sono nel Regno Unito, un milione in Francia. Negli Stati Uniti nel 2025 saranno il 50% dei lavoratori, in questo momento sono già il 35%

Finalmente qualcosa si muove anche nel nostro Paese, in particolare le ultime misure del MISE mirano a ridurre gli ostacoli con una particolare attenzione verso il mezzogiorno con la proroga bonus Sud sgravio contributivo 100% anche per gli over 35 disoccupati da almeno 6 mesi, l’ abbattimento IRES per nuove assunzioni, il bonus che premia le imprese che assumono laureati con 110 e lode, tra il 1° gennaio 2018 e il 30 giugno 2019 e il bonus per chi assume percettori del reddito di cittadinanza.

Non potevano mancare le startup in questo settore dove Jobrapido, fondata nel 2004 da Vito Lomele a Milano e poi venduta per una delle migliori exit italiane a 30 milioni di Euro a Evenbase (Daily Mail).

Ecco le migliori startup HR italiane in questo settore:

CVing fondata da Alessandro Desti sta disintermediando il mercato HR e del talent, tramite video colloqui on demand e un sistema di referral e monetizzazione che mira a far sparire le agenzie, permettendo a chiunque di monetizzare dove e quando vuole nel mondo, suggerendo candidati. Nei primi 10 mesi di vita ha già fatturato 500.000 Euro con clienti come Autogrill, Percassi, Lidl e Montenegro.

 

Debut è la prima piattaforma pensata da Michele Trusolino a Londra per l’inserimento attivo nel mondo del lavoro di studenti e neolaureati.

 

 fondata da Stefano Casati e Umberto Cassinari ha sviluppato un pacchetto di soluzioni per introdurre e gestire il welfare (servizi erogati da un’azienda ai propri collaboratori, con l’obiettivo di migliorarne la vita lavorativa e privata) con successo in azienda. Double You ha fatto una Exit con Zucchetti nell’ottobre del 2016.

 

Eggup fondata da Cristian De Mitri a Roma ha sviluppato un SaaS HR-Tech che aiuta le aziende a far leva sull’analisi delle Soft Skill individuali e di team per scoprire il potenziale umano grazie agli HR Analytics. Supporta i processi di Talent Acquisition con 230 Soft Skill per illimitate combinazioni di assessment, di People Development con Smart Coach per l’Employee Experience & Engagement, di Recommendation Engine di corsi e tips emozionali e di Cultural Hacking con un Framework per l’introduzione dell’innovazione in azienda.

 

Employerland, attraverso una piattaforma di gaming, Employerland, fondata da Gabriele Lizzani, è un sistema che punta a innovare e stravolgere le modalità con le quali azienda e candidati si sono fino a oggi incontrati.

 

jobby è una realtá fondata da Andrea Goggi che proietta quasi 1 milione di compensi pagati sul 2019 con 1100 jobs chiusi ogni mese in continua crescita. Stanno dialogando con le amministrazioni comunali e con il Ministero del lavoro per una carta del lavoro digitale. Sono oggi l’unica piattaforma di intermediazione di lavoro trasversale di nuova generazione che fornisce tutele aggiuntive come assicurazione e welfare per i gig e temp workers.

 

GeekandJob è una piattaforma creata da Rodolfo Laneri e Alessandro Volpato che mette in contatto le migliori aziende TECH con sviluppatori, web designer, data scientist e online marketer.

 

Glickon è la piattaforma italiana creata da Filippo Negri ,di employee e candidate experience in grado di aiutare le aziende a migliorare il coinvolgimento e le prestazioni dei propri dipendenti e candidati.”

 

Hiregrad, nata a Londra da Andrea Bonaceto, è una piattaforma pensata per i neolaureati, permette loro di poter incontrare direttamente aziende interessate ai loro profili durante eventi organizzati ad hoc da organizzazioni studentesche o partner.

 

iLevels è un prodotto creato da Guglielmo del Giudice che racchiude in una sola piattaforma tutti gli strumenti necessari a un’azienda per avviare il processo di assunzione: dal job posting alla gestione dei colloqui.

 

inRecruiting è una piattaforma Saas fondata da Matteo Cocciard a Torino che permette di costruire facilmente una pagina Lavora con noi in grado di raccontare la tua azienda, trasmettere il tuo Employer brand e attrarre un flusso costante di candidature spontanee. Anche senza competenze IT potrai creare una career page con form di candidatura sempre aggiornate per ogni posizione aperta. La career page sarà completamente personalizzabile graficamente e rifletterà il look and feel del tuo sito web aziendale.

 

Just Knock, piattaforma online fondata da Marianna Poletti a Milano che vuole innovare il modo di trovare lavoro, permettendo ai candidati di presentarsi alle aziende, inviando idee al posto del CV.

 

Le cicogne è un’applicazione nata a Roma da Giulia Gazzelloni che mette in contatto le famiglie con aspiranti babysitter in modo facile e sicuro.

Meritocracy è una piattaforma fondata da Riccardo Galli di employer branding che unisce domanda e offerta di lavoro e consente alle aziende di selezionare i migliori candidati.

 

 è un’app creata da Fabio Maran a Padova che mette in comunicazione tra loro contatti, impegni e riunioni di lavoro. E’ pensata per venditori professionisti, per aiutarli a gestire clienti e trattative. E’ un CRM mobile per accelerare al massimo le vendite del team.

 

Simbiosity fondata da Marco De Palma combina la sua tecnologia I.T.S. Innovation Tracking System con il know-how del proprio modello O.P.E.N. per progettare la perfetta simbiosi e creare innovazione reale, efficace e replicabile per scoprire le giuste opportunità e creare un percorso unico di cui ogni azienda ha bisogno per costruire un vantaggio ripetibile e redditizio.I  servizi di Simbiosity funzionano come un miscelatore di innovazione, creando il mix perfetto di talenti in modo che l’innovazione possa accadere e avere successo. La miscela perfetta per la tua azienda.

 

 TeamEQ è un progetto di Francesca Gabetti a Barcellona che ruota intorno all’analisi e al miglioramento dei team. Misura le variabili soft (come il benessere, la motivazione e l’allineamento) e fornisce dati in tempo reale che permettono di prendere decisioni strategiche in modo consapevole.

 

WeSchool fondata da Marco De Rossi e partecipata da Telecom Italia, Club digitale e Club Italia Investimenti 2, ha come missione la digitalizzazione della scuola italiana. Aiutia i docenti con formazione sulle nuove metodologie didattiche e lavora con aziende su progetti che portano valore al mondo della scuola. Con WeSchool i Prof possono portare le loro classi online e rendere la loro didattica digitale.  WeSchool Library aiuta invece ogni mese 2 milioni di studenti con video, testi ed esercizi curati da docenti ed esperti: da Massimo Temporelli fino a Umberto Eco. Con più di 15.000 ore di formazione erogata ogni giorno, è uno dei progetti di divulgazione culturale più massivi in Italia.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter