Mansutti Innovation Center: a Milano il coworking per le startup Insuretech immagine-preview

Lug 3, 2019

Mansutti Innovation Center: a Milano il coworking per le startup dell’Insuretech

La sede storica della Mansutti Spa ospiterà questo nuovo incubatore. Oltre mille metri quadri suddivisi in un'area business e ricerca e l'altra dedicata a riunioni e conferenze

Nasce a Milano, in via Fabio Filzi, il Mansutti Innovation Center (MIC), il primo incubatore italiano di startup innovative nel mondo insurance. Con un investimento di 2,5 milioni di euro, il broker assicurativo Mansutti ha dato vita a un progetto di coworking nella sede storica. Con una capienza di 230 posti, il MIC è un’area di 1060 metri quadri suddivisa in due spazi: il MIC Work, in cui le startup operano e sviluppano le loro attività di ricerca e business, e il MIC Meeting, spazio dedicato a riunioni e conferenze che può ospitare fino a 172 persone.

Nel Mansutti Innovation Center ha sede anche Wefox, la piattaforma Insurtech di cui Mansutti è il founding partner italiano, Yolo, spazio online dove gestire l’offerta assicurativa on-demand, e infine Lunalabs, startup che si concentra sulla personalizzazione delle piattaforme assicurative.

 

Mansutti Innovation Center: l’incubatore

«In linea con quella che è la nostra vocazione verso lo sviluppo di idee, progetti e soluzioni innovative sempre più smart, abbiamo creato l’incubatore convinti della sua utilità e funzionalità nella realizzazione di soluzioni capaci di rivoluzionare in modo concreto il mondo dei servizi assicurativi». Come ha detto Tomaso Mansutti (in foto sopra), AD di Mansutti S.p.A, «nel Mansutti Innovation Center abbiamo immaginato una spazialità che consenta l’interazione e che abbia le sembianze di una rete, ovvero un sistema che contenga essenzialmente una serie infinita di collegamenti»

Leggi anche: Analisti, ingegneri e progettisti di software. Quali sono le professioni più richieste dalle aziende?

Il Mansutti Innovation Center di Milano è stato realizzato da ARCLAB. «Abbiamo cercato di creare degli spazi innovativi non solo sotto l’aspetto visivo, ma anche nelle modalità con cui lo spazio lavorativo si offre – ha detto Fabrizio Nafesti, socio Senior di ARCLAB – spazi liberi da vincoli e pronti alla massima flessibilità». Tra le caratteristiche di questi luoghi ci sono il sistema di illuminazione che ricrea artificialmente la luce del sole e un controllo interno della qualità dell’aria.

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter

  • Wordpress Social Share Plugin powered by Ultimatelysocial