L’ufficio post covid? In giardino, en plein air. Il progetto made in Italy
single.php

Ultimo aggiornamento il 25 Novembre 2020 alle 11:58

L’ufficio post covid? In giardino, en plein air. Il progetto made in Italy

Eitherland ha ricevuto il German Design Award 2021

Il 2020 ci ha dimostrato che lavorare da casa non soltanto migliora la vita – più tempo per sè e la propria famiglia – ma anche la qualità del lavoro. D’altra parte vanno evidenziate alcune controindicazioni: spesso non ci sono pause e, ancor più grave, l’attività fisica si riduce al minimo (tragitto scrivania-cucina vi dice qualcosa?). Ma se vi dicessimo che il lavoro intelligente potrebbe esprimersi al meglio anche fuori di casa, in un giardino o in un parco pubblico (certo, quando il termometro lo consentirà)? Eitherland ci prova a convincere aziende e professionisti con un ecosistema di 18 strutture modulari progettato per soddisfare una domanda crescente di spazi di lavoro fluidi, da inaugurare en plein air per per il benessere dei dipendenti.

Leggi anche: Bill Gates: «Il lavoro del futuro? 50% dei viaggi in meno»

L’ufficio fuori casa

Disegnati da Davide Anzalone e Alberto Mattiello, che interverranno per raccontare la loro idea all’evento full digital City Vision il 2 dicembre, Eitherland è pensata come soluzione per le aziende che vogliono adeguarsi a un nuovo modo di lavorare accelerato dall’emergenza sanitaria. «La nostra soluzione – ha spiegato Mattiello – aiuta le aziende e le città a coinvolgere e attrarre talenti creando “destinazioni” che stimolino il lavoro collettivo. Non solo fare riunioni o stare seduti davanti ad un computer: Eitherland estende il concetto di lavoro a tutte le fasi che possono aiutare ad essere più creativi, più intuitivi e connessi con i colleghi».

Leggi anche: Smart working? La nuova normalità. Post Covid oltre 5 mln di lavoratori agili

In attesa di capire quando vedremo installati i primi moduli Eitherland, l’idea ha già vinto il German Design Award 2021 nella sezione Public Design. Nell’intenzione dei suoi ideatori, questi moduli dovrebbero essere destinati non soltanto a spazi aziendali, ma anche a luoghi pubblici che le amministrazioni modellerebbero sulla base delle esigenze di lavoratori e professionisti che vogliono alternare l’ufficio in casa a un ufficio all’aria aperta.

Leggi anche: Equilibrio lavoro – vita privata, in Italia è un lusso. Soddisfatto solo uno su tre

Telelavoro obbligatorio?

In una stagione fredda poco invitante per il lavoro all’aria aperta, è comunque opportuno ragionare su come cambieranno gli spazi e come saranno regolamentate le nuove abitudini. In Italia lo smart working è già realtà consolidata in molte aziende, ma la resistenza per un ritorno in ufficio sempre-e-comunque non demorde. In Francia, per esempio, si valuta la possibilità di rendere obbligatorio il telelavoro per qualche giorno a settimana. Lo ha dichiarato il presidente del Medef, la Confindustria francese, Geoffroy Roux de Bézieux, impegnato con governo e parti sociali per rendere la misura operativa già dal prossimo anno.

Leggi anche: Francia, dal 2021 sarà obbligatorio lavorare 1-2 giorni da casa

Rimani sempre aggiornato sui
temi di StartupItalia!
iscriviti alla newsletter

  • Ti potrebbe interessare anche